Rimborso immediato con il conto termico

Conto Termico 2.0

Il Dm del 16/02/2016  ha snellito e di parecchio la pratica burocratica per ottenere l’incentivo statale, mediante il gestore dei servizi energetici definito GSE, rispetto alla prima versione dove a causa della non facile pratica, le richieste d’incentivo son state ben al di sotto delle previsioni.

Di cosa si tratta?

Il conto termico è un vero e proprio rimborso a fronte di un intervento di riqualificazione sul proprio impianto termico sul quale sono state adottate tecnologie che per dar calore usufruiscono  fonti di energie rinnovabili definite dal D.Lgs 28/11.

Per quali interventi è previsto l’incentivo del conto termico ?

sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con:

  • pompe di calore (elettriche o a gas) per climatizzazione, anche combinata per acqua calda sanitaria;
  • generatori a biomassa (caldaie, stufe e termocamini) per climatizzazione invernale oppure per riscaldamento delle serre e dei fabbricati rurali esistenti,unitamente all’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore nel caso di   impianti sopra i 200 kW;
  • sistemi ibridi a pompa di calore(NOVITÀ). Detto sistema è così definito dal Decreto: «impianto dotato dipompa di calore integrata con caldaia a condensazione assemblato in fabbrica o factory made»;
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore;
  • installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale, anche abbinati a tecnologia solar cooling per la produzione di freddo. 

I benefici sopra elencati sono per i privati che a differenza delle pubbliche amministrazioni non possono godere del conto termico anche per quanto riguarda le caldaie a condensazione o opere che tendono a diminuire le dispersioni termiche degli edifici come per esempio i cappotti termici.

A quanto ammonta l’incentivo?

Una delle più belle novità che ci porge il nuovo conto termico consiste proprio negli incentivi e nei tempi di erogazione. Pensate che se il contributo previsto è inferiore a € 5000,00 esso viene erogato in unica sola volta ed entro 60 gg dalla conclusione della pratica.

Facciamo un esempio…

Se installaste una pompa di calore da 8 kW il contributo lo potreste ricevere in unica rata in quanto esso stesso è inferiore ai 5000€ sopra menzionati. Capite bene di quanto è importante e incentivante il Conto termico? Tra l’altro, e poi concludiamo, incentiva tutte quelle tecnologie che per Taranto e provincia vanno benissimo, come per esempio un impianto solare ( abbiamo sole per 10 mesi l’anno quasi tutti i giorni) o una pompa di calore che lavora benissimo su temperature maggiori dello 0 e garantisce ottimi risparmi.

Scarica un esempio dimostrativo per il calcolo del conto termico.

A Taranto noi della Climatec siamo tra i pochi ad essere strutturati per offrirvi questo importante incentivo.

Chiama subito per un preventivo o contattaci qui.

 

Seguici anche su Facebook: