Ordinanza Regione Puglia sull’uso degli impianti di aria condizonata negli esercizi pubblici

Ordinanza Regione Puglia sull’uso degli impianti di aria condizionata negli esercizi pubblici Covid-19

In data 17/05/2020 la Regione Puglia ha emanato un’ordinanza ( N. 237 del 17/05/2020)  con la quale si chiariscono alcuni aspetti circa l’utilizzo degli impianti di aria condizionata negli esercizi pubblici.

Nelle settimane precedenti il rapporto  5/2020 emesso dall’istituto superiore di sanità aveva precluso il funzionamento di alcuni impianti in ambienti di lavoro. La tipologia degli impianti esclusa erano quelli cosiddetti centralizzati che non avevano apporto di aria esterna, ovvero  impianti che , tramite la funzione ricircolo, climatizzano sempre la stessa aria, quindi senza nessun apporto di aria esterna. Sebbene come direttiva era abbastanza chiara, la stessa non marcava situazioni ove gli ambienti potessero contenere, oltre a persone che occupavano l’ambiente per motivi di lavoro, persone esterne come i clienti.

Anche le circolari Inail fanno poca chiarezza  e rimandano sempre al rapporto 5/2020 dell’istituto di superiore della sanità.

Essendo vasto il mondo impiantistico legato all’aria condizionata, ci limiteremo ai sistemi split, ovvero i classici climatizzatori, che occupano la stragrande maggioranza degli esercizi richiamati nell’ordinanza.

  • Per commercio al dettaglio : Favorire i ricambi di aria e disattivare la funzione ricircolo nel impianti di aria condizionata. ( TENERE SPENTO IL CLIMATIZZATORE) 
  • Musei : Favorire i ricambi di aria e disattivare la funzione ricircolo nel impianti di aria condizionata. ( TENERE SPENTO IL CLIMATIZZATORE) 
  • Piscine : Nessun divieto di accensione, ossia non hanno argomentato per nulla l’accensione degli impianti
  • Ristorazione : Favorire i ricambi di aria e disattivare la funzione ricircolo nel impianti di aria condizionata. ( TENERE SPENTO IL CLIMATIZZATORE) 
  • Servizi alla persona : Favorire i ricambi di aria e disattivare la funzione ricircolo nel impianti di aria condizionata. ( TENERE SPENTO IL CLIMATIZZATORE)
  • Strutture ricettive : Laddove non sia possibile garantire la corretta climatizzazione, accendere gli impianti garantendo una pulizia di filtri e boccette di mandata in base alle prescrizioni del fornitore.

Difatti se si vieta la funzione ricircolo negli impianti a split se ne vieta anche l’accensione dato che questi apparecchi funzionano solo a ricircolo, ovvero climatizzano sempre la stessa aria.

Ora comprendete che urge da parte della Regione un chiarimento dato che è impensabile, per alcune attività, lavorare senza l’apporto della climatizzazione.

Il nostro intento è quello di informare nella massima trasparenza che da sempre ci contraddistingue.

Certi e fiduciosi di un chiarimento della regione, sarà nostra premura informarvi qualora l’ordinanza subisca variazioni.

 

 

 

Seguici anche su Facebook:
WhatsApp chat